Napoli: ancora un’aggressione in ospedale, Oss preso a pugni in pieno volto

80 Visite

La denuncia del gruppo Nessuno tocchi Ippocrate. Borrelli, ‘servono presidi di polizia annunciati dal governo’.

Ancora un’aggressione in ospedale a Napoli. La scorsa notte, come denuncia il gruppo Nessuno Tocca Ippocrate, intorno a mezzanotte e trenta l’ospedale San Paolo di Napoli è stato teatro dell’ennesima aggressione nei confronti del personale sanitario.

A quanto viene riferito un Oss stava svolgendo il suo lavoro di coadiuvazione infermieristica con guanti e mascherina, improvvisamente si sarebbe avvicinato un paziente esclamando che lo avrebbe colpito con un pugno al volto, dopo averlo inseguito per tutto il reparto, distruggendo anche una porta.

Secondo quanto si apprende, il motivo sarebbe legato al dubbio che l’operatore stesse visitando anche pazienti covid. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine che hanno identificato l’aggressore, mentre l’Oss si è fatto refertare (21 giorni la prognosi).

Sul caso è intervenuto anche il deputato dell’Alleanza Verdi Sinistra, Francesco Emilio Borrelli: «Ma i presidi di polizia tanto annunciati dal governo dove sono? È mai possibile che da inizio anno ci siano state tra asl Napoli 1 e Napoli 2 ben 78 aggressioni? E che nessun aggressore sia stato ad oggi condannato?».

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo