Stefano Veneruso al Trianon Viviani racconta il Troisi poeta Massimo

30 Visite

Un viaggio nella vita artistica e privata di Massimo Troisi. Questo l’itinerario che offre “Troisi poeta Massimo”, lo spettacolo di Stefano Veneruso, che l’attore, regista e sceneggiatore propone per il prossimo sabato 4 novembre, alle 21:00, sul palco del teatro Trianon Viviani, sala che gode  della direzione artistica di Marisa Laurito. Uno spettacolo teatrale con inediti” che, nel settantesimo anniversario della nascita dell’attore di san Giorgio a Cremano. tra parole e immagini, molte delle quali inedite e provenienti dall’archivio privato della famiglia, ricostruisce la magnifica carriera dell’artista, la propria straordinaria poetica applicata al suo cinema, i suoi racconti, i monologhi e la storia dell’antico gruppo della Smorfia, tra poesie inedite, interviste, canzoni e testi autobiografici. 

Lo spettacolo, che in questo allestimento vede affiancare lo stesso Veneruso Alessandra Tumolillo, Alessandra Guidotti e Stefano Napoli, ha debuttato con Giancarlo Giannini al Giffoni festival (2012) e, nel corso degli anni ha avuto diversi interpreti, riscuotendo sempre un grande successo di critica e di pubblico, replicando per oltre due settimane al teatro dei Dioscuri al Quirinale di Roma e nel cortile del Maschio Angioino nell’àmbito della rassegna Estate a Napoli 2019
“Massimo era il quinto di sei figli e mia madre Annamaria era la sua sorella maggiore – racconta Veneruso – con lui avevamo quindici anni di differenza, lui del ‘53 e io del ’68, e anche se in famiglia nessuno era artista, allo stesso tempo artisti lo erano e lo sono un po’ tutti, artisti per come affrontavano e affrontano la vita”. 

Prevista una replica replica alle 18:00 per domenica 5 novembre, preceduta alle 17:00 dalla presentazione del libro “Massimo Troisi. Il mio verbo preferito e? evitare” dello stesso Veneruso, edito recentemente da Rizzoli. L’incontro vedrà il giornalista Enzo Agliardi dialogare con l’autore. I partecipanti alla presentazione potranno acquistare il biglietto di Troisi poeta Massimo a un prezzo ridotto.

Regista, sceneggiatore e produttore, Stefano Veneruso esordisce giovanissimo come assistente alla regia del film Il Postino (1994) e dirige il Backstage, che viene distribuito in tutto il mondo, vincendo diversi premi. Nel 2022 e? ideatore e direttore artistico della mostra collettiva di arte contemporanea I volti di Massimo Troisi al Mann – museo Archeologico Nazionale di Napoli ed e? regista, sceneggiatore e produttore del film Da domani mi alzo tardi, ispirato dalla vita di Massimo Troisi, con John Lynch e Gabriella Pession, nel quale e? presente un brano inedito dal titolo Sirenuse, cantato da Pino Daniele. Dopo l’anteprima mondiale al Mann, è stato proiettato alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica, in presenza delle massime autorità istituzionali. Nel 2023 il film viene selezionato al Giffoni film festival e vince i premi Charlot e Trani festival del Cinema e del Mare. Nello stesso anno dirige e produce il docufilm Speciale “Il Postino” – Uno sguardo dentro (1994-2024).

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

Promo