Temono che il padre possa aggredire la madre, figli nascondono coltelli

80 Visite

Sottoposto al divieto di avvicinamento alla ex vessata, 55enne vìola misura. Arrestato mentre si nasconde sotto casa della vittima; nel frattempo i figli avevano nascosto i coltelli della cucina temendo reazioni violente del padre contro la madre. Nel suo scooter il 55enne nascondeva un pugnale e droga. Tutto ciò è accaduto a Piano di Sorrento, dove lo scorso 17 agosto si è consumato il femminicidio di Anna Scala, la donna accoltellata a morte nel bagagliaio della sua auto dal suo ex compagno.

Poco più di un mese fa i carabinieri della stazione di Piano Di Sorrento notificarono ad un 55enne l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento all’ex moglie. Un provvedimento emesso dal Gip del tribunale di Torre Annunziata, su richiesta della Procura oplontina: per la vittima un raggio vitale di 500 metri all’interno del quale l’uomo non poteva spingersi, quotidiane le vessazioni raccontate nella misura restrittiva. Avrebbe controllato e censurato il suo abbigliamento, preteso che non avesse alcun tipo di contatto con persone di sesso maschile. Ricorrenti le minacce di morte e le violenze. Tra gli episodi documentati, il 55enne avrebbe bloccato la donna mentre era in scooter e le avrebbe stretto le mani al collo. Maltrattamenti quotidiani, posti in essere anche davanti ai due figli, uno di questi minorenne.

Proprio i figli, temendo reazioni violente del padre, avrebbero nascosto tutti i coltelli presenti in cucina. Nonostante la misura restrittiva applicata il 15 dicembre scorso, ieri sera alle 20.30, il 55enne di Sorrento è stato sorpreso dai Carabinieri sotto l’abitazione della donna. Era nascosto, osservava il palazzo ma non ha fatto in tempo a sfuggire ai militari della stazione di Piano di Sorrento. Nel suo scooter, un coltello a serramanico, 29 grammi di hashish e 8 di marijuana. Nel suo appartamento, invece, altri 226 grammi di hashish e 227 di “erba”. L’uomo è finito in manette, arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio, porto abusivo di coltello e violazione del divieto di avvicinamento all’ex coniuge. È ora in carcere, in attesa di giudizio.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo