Droga. Assessore Trapanese: situazione non semplice, giovani coinvolti

26 Visite

“Dalle relazioni degli assistenti sociali emerge che la situazione a Napoli non è semplice. I giovani sono presi sicuramente dall’uso delle droghe e c’è una grande frequenza del consumo di diverse sostanze, che cambiano continuamente. Anche gli addetti ai lavori fanno fatica a individuarle. Bisogna lavorare nelle scuole, nelle famiglie, che spesso non vogliono vedere o fanno fatica a capire che c’è un disagio”. Lo ha spiegato Luca Trapanese, assessore alle Politiche sociali del Comune di Napoli, la città che oggi ha ospitato, al Maschio Angioino, l’evento “Governare non punire”, organizzato da Elide, rete degli enti locali per l’innovazione delle politiche sulle droghe.

“È una rete moderna, una rete di assessori alle Politiche sociali che vogliono rivedere le strategie su come affrontare l’emergenza delle droghe, non da un punto di vista repressivo, ma educativo di accompagnamento”, ha precisato Trapanese. Intervenuto, nella sala dei Baroni, anche il sindaco Gaetano Manfredi che ha parlato di una rete “importante perché mette insieme tutte le grandi città che affrontano i temi delle dipendenze, temi assolutamente trasversali, che toccano le marginalità: se noi guardiamo per esempio ai senza fissa dimora ci accorgiamo che la maggior parte di loro ha problemi di dipendenze psichiche, fisiche, dipendenze da droga, da alcol”. Bisogna, per il primo cittadino, “integrare i servizi sociali con i servizi sanitari, avere degli strumenti di azione più efficaci, lavorare su delle soluzioni a medio e lungo termine, quindi non solo emergenziali, che diano delle risposte più concrete.

È fondamentale per dare una risposta ai bisogni delle persone e garantire maggiore vivibilità e sicurezza della città. Questo è un tema che riguarda le grande città, non solo italiane e non sole europee. Negli Stati Uniti ci sono grandi problemi di emergenze legate alle dipendenze e questa è la vera sfida del nuovo millennio. Noi dobbiamo darci degli strumenti più efficaci, più integrati che riescano a mettere al centro le persone e dare delle risposte concrete”.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo