Morto improvvisamente in un convegno Vincenzo Siniscalchi

55 Visite

La statura e la diversità degli interessi che hanno costellato la sua vita fanno sì cher la sua scomparsa non getti il lutto solo nel Foro di Napoli. L””avvocato Vincenzo Siniscalchi, deceduto quest’oggi mentre partecipava ad un convegno, è stato protagonista di numerosi processi che hanno fatto la storia giudiziaria italiana, non ultimo quello di Diego Armando Maradona, ma anche tanti altri personaggi noti passarono tra le sue arringhe, da Franco Califano nel processo Cutolo-Tortora, all’imitatore Gigi Sabani, ai registi Tinto Brass e Michelangelo Antonioni, e poi Salvatore Ferraro nel processo per l””omicidio di Marta Russo e, negli anni ””70, diversi imputati per le vicende dei Nap (Nuclei armati proletari) e di Autonomia operaia.

Negli anni di Tangentopoli ha assistito vari politici, Ciriaco De Mita e Vincenzo Scotti. Passato alla politica, successivamente (1995) diventa deputato per il gruppo RC-PDS, poi nel 1996 con il Partito Democratico della Sinistra-Ulivo e dal 2001 al 2006 con i Democratici di Sinistra-Ulivo. È stato proponente e relatore di numerose leggi in materia di Legislazione penale anti-corruzione e poi, in quota DS, è stato eletto componente laico del Consiglio superiore della magistratura per il quadriennio 2006-2010.
I funerali sin terranno dopodomani, mercoledì 14 febbraio, alle 11:00, presso la chiesa dell””Ascensione a Chiaia.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo