Nuovo stabilimento produttivo nautico “green” nel Napoletano

41 Visite

Il nuovo stabilimento produttivo di MV Marine, cantiere nautico napoletano fondato e diretto dall’ingegnere Vincenzo Nappo, che quest’anno compie 30 anni e si “regala” una nuova area produttiva insieme a quella di Nola (che resterà attiva), presenta numeri da record: 5.000 metri quadrati di aree calpestabili, altri 3.500 di spazi esterni, riduzioni delle emissioni del 95%.

Lo stabilimento sarà inaugurato il prossimo sabato 24 febbraio alle 10:30 in via delle Industrie a Striano. Si tratta di una struttura innovativa e dalle ampie dimensioni, tre volte più grande dell’attuale cantiere e con soluzioni green:

Abbiamo creato – spiega Nappo – reparti specifici per ogni fase di lavorazione, con impianti di ultima generazione per eseguire al meglio le singole operazioni previste, con un potenziamento della linea produttiva e ambienti con temperature controllate per avere prodotti sempre di alta qualità costrittiva”.

La struttura è realizzata su tre livelli: al piano terra saranno collocati l’ufficio produzione, l’accettazione, locali mensa e relax per gli operai; al primo e al secondo piano le sale riunioni.

Si è pensato ad un’azienda che va nella direzione dell’Industria 4.0, dove l’integrazione macchina-uomo è fondamentale, per meglio interagire tra i vari reparti e seguire i processi produttivi – sostiene l’amministratore Luigi Nappo – abbiamo inserito impianti innovativi per il trattamento delle resine e delle polveri da taglio, con ambienti che tengano conto della qualità di vita dei nostri lavoratori e dell’ambiente esterno. Ci saranno anche un magazzino automatizzato, una taglierina computerizzata per il taglio dei tessuti, delle fibre di vetro, di carbonio, dello Sky e altro, che affiancheranno il centro di controllo numerico, per spingere la MV Marine nella direzione di un’azienda sempre più tecnologica. Non da ultimo l’aspetto green: tecnologie basate su Infusione ed Rtm (lavorazione sottovuoto), metodologie che consentono di ridurre del 95% l’immissione di sostanze volatili in atmosfera“.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo