Assistenti di studio odontoiatrico, in 70 dalla Campania a Roma

47 Visite

Settanta assistenti di studio odontoiatrico della regione Campania sono stati invitati a raggiungere, il prossimo 2 marzo, l’Associazione nazionale Italian Dental Assistant in occasione della 6a Giornata Nazionale degli Assistenti di Studio Odontoiatrico.

Il ‘nuovo che viene avanti’, titolo della giornata, può essere compreso con uno sguardo retrospettivo rivolto all’ ultimo triennio 2020-2023.

L’epidemiologia del Covid-19, lo ricordiamo bene, era governata da un’equazione: l’incremento dei contatti interpersonali equivale all’ incremento delle probabilità di diffusione del virus e, pertanto, per contribuire a contenerlo negli anni della pandemia, abbiamo ridotto la frequenza, la durata e la vicinanza delle interazioni in presenza. L’azzeramento delle attività in presenza avrebbe potuto costituire per la nostra Associazione l’interruzione del percorso virtuoso della Formazione, intrapreso fin dal 2009.

L’ associazione Idea, infatti, fin dalla sua nascita ha investito ogni anno tutte le sue risorse per garantire agli associati l’aggiornamento obbligatorio e perseguire la finalità di dare Identità alla Formazione dell’Associazione e, per il suo tramite, dare identità alla Formazione dell’Aso in Italia e in Europa; contribuire, pertanto, alla nascita e allo sviluppo della Comunità Professionale Internazionale dell’Aso come luogo di apprendimento collaborativo, di scambio di esperienze e di ricerca-azione per partecipare attivamente allo sviluppo del benessere delle persone e dei gruppi, nei luoghi di lavoro e di vita, nei comportamenti tecnico-professionali-organizzativi e relazionali e, in definitiva, contribuire – sia pure limitatamente al proprio spazio sociale – a rendere migliore il mondo.

Con la pandemia di Covid-19 lla comunità professionale delle/degli Aso che, come tutte le organizzazioni, è stata chiamata a dare prova delle proprie capacità di coping: abbiamo fatto nostra la lezione di Epitteto che ci ha insegnato che i fatti non sono determinanti per Ia nostra felicità e che il nostro benessere dipende piuttosto dal nostro modo di giudicare i fatti che accadono e dal nostro modo di reagire ad essi. (Fonte: Ansa)

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo