Sperimentazione Bus (a pagamento): infuria la polemica degli operatori contro il Comune

[epvc_views]

Partirà domani, lunedì 25 marzo, il provvedimento riguardante la sperimentazione della zona a traffico limitato per i bus turistici avviato dal Servizio Strade, Viabilità e Traffico a seguito delle delibere di Giunta del 2020 e dello scorso 13 marzo.

L”accesso alla Ztl dei veicoli destinati al trasporto delle persone con 8 posti a sedere oltre il sedile del conducente riguarderà le aree Centro Storico, Posillipo, Toledo, Decumani e Carmine, e sarà subordinato al pagamento di un ticket acquistabile on-line previa registrazione sul sito https://smartmobility.anm.it, esponendo la ricevuta di pagamento a esposto sul parabrezza.

Una mossa a sorpresa che non è piaciuta affatto agli operatori del settore:
“Nessuno ci ha informati. Abbiamo appreso della delibera per puro caso. A quattro giorni dall”avvio, non c”è un avviso ufficiale sul sito Anm. Non sappiamo nemmeno, volendo, come pagare. I nostri clienti, comprese le scuole, stanno chiamando da tutt”Italia per le gite di Pasqua e noi non sappiamo cosa rispondere”.

Tariffe salatissime, improvvisazione e inadeguatezza: così si uccide il turismo – dichiarano, preoccupati gli operatori – e tutto questo a una settimana dalla Pasqua e tanti turisti già in procinto di arrivare in città.
Insomma, dopo il naufragio della seduta monotematica sul mare, ancora una volta la Giunta Manfredi si muove in maniera scollegata dal contesto e dalla logica, usando il turismo come bancomat anziché programmare politiche e dinamiche da mettere in campo per garantire vivibilità ai cittadini e fruibilità ai turisti.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo