Napoli: città della Scienza. Congresso su memoria e futuro

[epvc_views]

Quali relazioni intercorrono tra il patrimonio museale mondiale e le nuove tecnologie digitali e come il supporto tecnologico, l’intelligenza artificiale e la digitalizzazione possono contribuire a migliorare l’esperienza del visitatore, attraverso percorsi sempre più immersivi e interattivi. Sono questi i temi dell'”International Conference on Museum, Technology and the future of cultural Heritage”, la prima conferenza internazionale dedicata al rapporto tra memoria e futuro, organizzata dall’Università Pegaso – ateneo digitale del Gruppo Multiversity, leader in Italia nel settore dell’Education – in partenariato con l’International Council of Museums (ICOM) e Città della Scienza, che si terrà questa mattina dalle 9.00, presso la Città della Scienza di Napoli.

A confrontarsi sul tema si succederanno gli interventi dei docenti dell’Università Pegaso e di alcuni dei maggiori esperti museali mondiali, che compongono il consiglio direttivo internazionale di ICOM, l’associazione che rappresenta i musei e i suoi professionisti e raggruppa più di 50.000 operatori museali in ogni continente. I consiglieri dell’ICOM, provenienti dall’Australia alla Cina, dalla Corea a Haiti presenteranno una serie di interventi sia teorici che legati a esperienze concrete svolte dai paesi di appartenenza.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo