Giostre per bambini vandalizzate, devono pagare i genitori?

22 Visite

Il caso non è singolare, anzi, le cronache locali un po’ in tutta Italia ce ne delizia in croce, perché fa rabbia sapere che ci sono ragazzi, uomini e talvolta anche ragazze che per il gusto della noia scassano, è vero, le giostrine dei bambini spaccando tutto e lasciando allo loro spalle danni che pesano sulla comunità.

Dicevo fa rabbia perché è incomprensibile è da veri deficienti eppure è così. Nella mia Bari non c’è giorno che non parli di atti di vandalismo: le e bike smontate, i monopattini buttai nelle fontane pubbliche, le giostre divelte , i lampioni curvati, segnali stradali imbrattati come pure i muri e la lista è lunga. Intanto  “e io pago” diceva Totò.

Tuttavia le cose possono cambiare se si vuole è il caso sintomatico in tutti i sensi di quello che è accaduto a Altavilla Silentina, in provincia di Salerno. Il Comune ha pubblicato un appello social affinché i responsabili o i loro familiari si facciano avanti per ripristinare il danno.

“È inaccettabile che alcuni ragazzi abbiano distrutto le giostre del nostro parco giochi”, ha dichiarato il sindaco, Antonio Sessa. “I danni sono ingenti e saranno a carico dei responsabili, che saranno individuati grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza. Ma non solo: chiederemo anche ai genitori di farsi carico di una parte dei danni, perché è loro dovere educare i figli al rispetto del bene pubblico”.

Le giostre sono state vandalizzate nella notte tra il 2 e il 3 ottobre. I responsabili, che sarebbero dei ragazzini di circa 10 anni, hanno rotto le giostre con mazze e pietre. I danni sono ingenti e il Comune ha stimato che per ripristinare le giostre serviranno almeno 10mila euro.

Il sindaco ha invitato i genitori a parlare con i figli e a far capire loro l’importanza del rispetto del bene pubblico. “I ragazzi devono capire che le giostre sono a disposizione di tutti e che devono essere trattate con cura”, ha detto Sessa. “Non possiamo permettere che questi episodi si ripetano”.

L’appello del sindaco è stato condiviso da molti cittadini, che hanno espresso la loro indignazione per l’accaduto. “È un gesto vergognoso”, ha commentato un utente sui social. “Questi ragazzi hanno dimostrato di non avere alcun rispetto per la comunità”.

Sarà la svolta? Pensate veramente che i genitori di questi sciagurati ragazzini viziati pagheranno il danno? Ho qualche perplessità, intanto il sindaco di Altavilla Salentina si è mosso facciamo la stessa cosa.

Franco Marella

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

Promo