Al via messa in sicurezza e bonifica della falda in zona est della città

36 Visite

Il sindaco Manfredi, iInterventi strategici attesi da anni’

Al via la messa in sicurezza e bonifica di Napoli Orientale. Il 20 dicembre è stata firmata a tal fine la Convenzione tra il Comune di Napoli e Sogesid S.p.A, società di ingegneria “in house providing” del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La Convenzione disciplina sotto il profilo procedurale, amministrativo e finanziario la modalità di esecuzione delle attività previste nel Nuovo Accordo di Programma “Per la definizione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica delle aree comprese nel Sito di Interesse Nazionale di Napoli Orientale”, sottoscritto l’8 giugno 2022 tra il Ministero della Transizione Ecologica (oggi Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica), la Regione Campania, la Città Metropolitana di Napoli, il Comune di Napoli e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale.

Sono 13 gli interventi da realizzare, per un importo complessivo superiore ai 35 milioni di euro, la cui attuazione è prevista in capo al Comune di Napoli, tranne che per l’intervento di “Caratterizzazione dei fondali del Porto di Napoli”, la cui attuazione è prevista in capo all’Autorità di Sistema Portuale Mar Tirreno centrale. «Si tratta di interventi strategici attesi da anni per rilanciare l’intera zona orientale della città che sarà sempre più destinata allo sviluppo sociale e tecnologico in nome della tutela dell’ambiente e per il recupero dell’uso del litorale», il commento del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo