In Campania saldi invernali al via dal 5 gennaio

52 Visite

Saldi invernali alle porte: a fare da apripista è la Valle d’Aosta, dove si comincia domani, mercoledì 3 gennaio, seguono poi molte altre regioni, tutte con inizio fissato al 5 gennaio, tra cui l‘Abruzzo, la Basilicata, la Calabria, la Campania, l‘Emilia-Romagna, la Liguria, la Lombardia, il Molise, la Sardegna, la Toscana e il Veneto.

L’Ufficio Studi di Confcommercio stima che circa 15,8 milioni di famiglie parteciperanno agli acquisti a prezzi ridotti. In media, ogni persona spenderà circa 137 euro, portando il giro d’affari complessivo a 4,8 miliardi di euro.

Confcommercio fornisce alcuni consigli utili per affrontare gli acquisti in modo consapevole, e tenendo d’occhio alcune dritte pratiche, è possibile quindi non cadere in tentazioni che potrebbero rivelarsi mini-truffe.

  • Importante è confrontare i prezzi del periodo dei saldi con quelli antecedenti, per essere certi che siano stati scontati. I negozi dovrebbero sempre essere chiari ed esporre il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo e la percentuale dello sconto applicato. A volte, invece, non propongono prodotti di fine stagione, bensì avanzi di magazzino.
  • Cambi di Prodotti. Non tutti i negozi accettano il cambio di un capo integro con un altro dopo l’acquisto. Tuttavia, se il prodotto è danneggiato o non conforme, il venditore è obbligato a sostituirlo, ripararlo o rimborsare l’importo pagato.
  • Acquisti Online: Per gli acquisti online, si ha il diritto di richiedere un cambio o la rescissione del contratto entro 14 giorni dalla ricezione del prodotto, anche senza difetti, fatta eccezione per prodotti su misura o personalizzati.
  • Prove dei Capi: La possibilità di provare i capi prima dell’acquisto dipende dalla discrezione del negoziante. Non c’è alcun obbligo, ma molti negozi lo permettono.
  • Pagamenti con Carta di Credito: I negozi devono essere attrezzati per accettare pagamenti con carte di credito e altri strumenti elettronici.
  • Prodotti Scontati: I prodotti scontati dovrebbero avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo.
  • Trasparenza Sugli Sconti: I negozianti devono indicare chiaramente il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale. Quest’ultimo deve essere il più basso praticato nei 30 giorni precedenti all’inizio dei saldi.
[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo