RADETZKY MARCH

43 Visite

Che a Vienna suonino la marcia di Radetzky mi pare il minimo e mi fa pure piacere.

L’ Austria ha avuto un passato imperiale del quale fa benissimo ad essere orgogliosa.

Che noi beoti italiani però suoniamo, per puro scimmiottare, quella marcia militare che, composta per celebrare la riconquista di Milano da parte degli asburgici, scandiva le operazioni dell’ esercito nemico che migliaia e migliaia di poveracci, soprattutto meridionali, combatterono nella Prima Guerra mondiale lasciandoci la ancor giovane vita, mi fa proprio incazzare.

Sti balenghi copino almeno dal Concerto di Capodanno della Fenice di Venezia, che si conclude immancabilmente con Puccini e Verdi. 

All’ alba vincerò ( Nessun dorma)

Va pensiero

Libiamo ne lieti calici

PINUCCIO TARANTINI

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo