Calcio Napoli, il cuore oltre l’ostacolo: contro la Salernitana arriva una vittoria per nulla convincente

100 Visite

Spesso contano solo i tre punti e nulla più, ma in questo caso per Walter Mazzarri serviva anche altro. Il derby contro la Salernitana stava per diventare il nuovo capitolo di un horror. Il tecnico in conferenza stampa si è preso tutte le responsabilità di una situazione a dir poco disastrosa, ma in un clima di assoluta confusione il Napoli non riesce a trovare quelle dinamiche che lo hanno reso grande. L’allenatore continua imperterrito a sostenere che siano lì, sepolte da qualche parte dietro le aspettative e le ansie di una squadra in balia degli eventi. Questa volta è Antonio Candreva a regalare un primo tempo di angoscia al team azzurro. Certo, gli azzurri sono scesi in campo con una formazione rimaneggiata, ma questo non giustifica un’arrendevolezza di quella portata e questo ha favorito l’iniziativa dell’ultima in classifica.

La scossa, più morale che tecnica, arriva nel finale del primo tempo con il rigore trasformato da Matteo Politano. Aurelio De Laurentiis accenna un sorriso, ma la ripresa (almeno a livello di prestazione non sarà convincente). Entrambe le squadre giocano sull’onda dell’entusiasmo e con il passare dei minuti perdendo anche direttive e schemi. Alla fine i tre punti li ottengono i giocatori che hanno tirato il cuore oltre l’ultimo ostacolo e tra questi c’è Ami Rrahmani, che sfrutta un errore madornale della difesa in maglia granata e sigla il gol partita. Abbraccio finale e gioia sugli spalti, ma per i tre punti non per la prestazione. Mazzarri crede fortemente in una reazione graduale della squadra, ma sembra più essere un capitano intento a comandare una nave avvolta in una fitta nebbia. La Supercoppa italiana è una storia completamente diversa.

Foto: ANSA

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo