Napoli. Cerimonia di commemorazione a Lenin in occasione dei 100 anni dalla sua morte

78 Visite

Un cuscino di fiori rossi e verdi della flora caprese è stato posto sulla base di granito a Capri dove lo scultore Giacomo Manzù nel 1968 collocò la stele, alta più di 5 metri, dedicata a Lenin a ricordo del suo passaggio sull’isola azzurra.

Questo il ricordo in occasione delle celebrazioni per i 100 anni dalla morte del padre della rivoluzione russa avvenuta il 21 gennaio 1924 a  Gorki Leninskie in Russia.

A causa delle pessime condizioni meteomarine la cerimonia che si doveva tenere a Capri è stata invece trasferita a Napoli su iniziativa degli organizzatori, il Partito marxista-leninista italiano e le cellule “Vesuvio rosso” di Napoli e “Il sol dell’avvenire” dell’isola di Ischia.

Ma Capri ha comunque voluto essere protagonista della commemorazione nella piazzetta che ormai tutti chiamano di Lenin, perché si trova alla base della villa abitata dal grande scrittore Gorkij e che ospitò sull’isola in varie occasioni il capo dei rivoluzionari russi all’inizio del secolo scorso. (ansa)

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo