Irregolarità nel concorso del comune di Cicciano, arrestato anche l’ex Sindaco

30 Visite

Irregolarità nell’ambito di un concorso pubblico svolto in Comune: misure cautelari per quattro persone a Cicciano, nel napoletano, tra cui l’ex sindaco, due consiglieri comunali in carica e un imprenditore. L’ex primo cittadino si trova già agli arresti domiciliari per altra causa. Le indagini, dirette dalla procura di Nola, sono state condotte dal Nor della compagnia di Nola da agosto 2022 a giugno 2023, con il supporto della stazione di Cicciano.

Emessa, dal gip di Nola su richiesta della procura, una ordinanza applicativa di misura cautelare, eseguita dai militari della compagnia nolana, a carico dei quattro indagati, uno finito in carcere, due ai domiciliari e un quarto raggiunto da divieto di dimora in Campania. Le accuse sono di induzione indebita a dare o promettere utilità e ricettazione in concorso. Emerse, in sede di indagine, responsabilità in relazione a un accordo corruttivo per ottenere indebitamente un’autorizzazione edilizia riguardante una vasta area industriale del comune di Cicciano. Emesso ed eseguito anche un decreto di perquisizione e sequestro nei confronti di un imprenditore edile, indagato ma non colpito da misura cautelare.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo