Irregolarità nel concorso pubblico, in manette ex sindaco di Cicciano

24 Visite

Già ai domiciliari per altro, Giovanni Corrado ora è indagato per induzione indebita insieme a due consiglieri in carica

Irregolarità nel concorso pubblico e accordi corruttivi per una vasta area industriale: in manette anche l’ex sindaco di Cicciano (Napoli) Giovanni Corrado, in carica fino allo scorso anno. I Carabinieri della Compagnia di Nola hanno dato esecuzione ad un’Ordinanza di applicazione di misura cautelare personale, emessa dal gip del Tribunale di Nola su richiesta della Procura nolana nei confronti di quattro indagati (1 carcere, 2 ai domiciliari, 1 divieto di dimora nella Regione Campania), accusati, in concorso, di induzione indebita a dare o promettere utilità e ricettazione. Le indagini, condotte dal N.O.R. della Compagnia di Nola da agosto 2022 a giugno 2023, con il supporto della Stazione di Cicciano, sono scaturite da alcune irregolarità rilevate nell’ambito di un concorso pubblico svolto presso il comune di Cicciano e hanno consentito – secondo quanto si apprende – di accertare profili di responsabilità in relazione ad un accordo corruttivo tendente all’ottenimento indebito di un’autorizzazione edilizia, riguardante una vasta area industriale di Cicciano. Tra le persone coinvolte xi sono l’ex Sindaco Corrado (allo stato sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa), due consiglieri comunali in carica e un imprenditore. A settembre, lo stesso ex sindaco Corrado era stato coinvolto in un’inchiesta per corruzione, concussione e falso in atto pubblico insieme ad un funzionario comunale, un imprenditore e un collaboratore esterno dell’ente locale. Stamattina è stata data esecuzione ad un Decreto di perquisizione e sequestro nei confronti di un imprenditore edile, indagato a piede libero. (foto Il Mattino)

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo