Al Sannazaro debutta “Via Senzamore 23”

63 Visite

Gaetano è un impiegato del catasto di Napoli. Vive al Vomero, un quartiere che non gli appartiene e ha trascorso la sua vita tra visure e planimetrie. Una notte decide di accatastare anche la sua esistenza, in un podcast che registra da solo mentre nell’altra stanza c’è una persona che lo aspetta, a cui di tanto in tanto si rivolge. Uno spettacolo di teatro contemporaneo su un uomo solo che prova a non esserlo, tra risate, malinconie e un pizzico di follia che sono la vita. Se non altro, quella di Gaetano.

Per la prima volta al teatro Sannazaro venerdì 9 febbraio (in scena fino a domenica 11) Via senzamore 23 di Gianni Solla con Giuseppe Gaudino diretto da Giuseppe Miale di Mauro. Produzione Nest Napoli Est Teatro e Caracò Teatro.

Gianni Solla sul suo testo dice: “Il comico e il tragico vengono dallo stesso impasto. Quando ho cominciato a scrivere Via Senzamore 23, avevo in mente il buio che precede lo spettacolo. Per me era già rappresentazione. È lo stesso buio che precede la creazione dell’uomo, e la luce di scena è la verità. Il protagonista si chiama Gaetano, l’ho immaginato come l’ultimo essere umano rimasto sulla terra e dal suo racconto è possibile mappare ogni singolo uomo che abbia camminato su questa terra perché tutti i disperati si assomigliano”.

Orari spettacoli
Venerdì 9 febbraio ore 21.00
Sabato 10 febbraio ore 19.00
Domenica 11 ore 18.00

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo