Post-punk e outsider art in “Canzoni Maledetteducate”, il nuovo EP di Al Vox

[epvc_views]

Nella costellazione della musica alternativa, Al Vox (al secolo Alberto Lupia, genovese, classe 1992) torna a brillare con l’EP “Canzoni Maledetteducate” (PaKo Music Records/Believe Digital).

Questo progetto audace, interamente autoprodotto, è composto da quattro tracce – “Veleno“, “Complimenti per l’oggetto“, “InfeInverno“, “Sieno Siero” – ed è un viaggio esplorativo nelle profondità dell’animo umano, dove la maledizione e l’educazione si fondono in un’armonia dissonante.

Veleno“, la focus track attualmente in rotazione radiofonica, è una potente metafora sulla tossicità sociale e personale che pervade il nostro tempo. Il pezzo si tuffa nell’oscurità dell’anima umana, esplorando i temi dell’alienazione e della disillusione in un mondo sempre più digitalizzato e disconnesso.

L’EP è un manifesto di resistenza artistica, un grido contro le convenzioni e una celebrazione dell’incompiutezza e della vulnerabilità. Al Vox, con il suo stile inconfondibile e la sua visione intransigente, invita gli ascoltatori ad una quotidianità priva di compromessi nel cuore oscuro e luminoso dell’esperienza di vita di ciascuno di noi.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo