Ragazzina disabile esclusa dalla gita di classe, la denuncia della madre

31 Visite

Nella mattinata di ieri una ragazzina affetta da tetraparesi è stata vittima di uno spiacevole episodio che ha coinvolto il liceo da lei frequentato. Una vicenda che ha del paradossale in quanto la malcapitata è stata esclusa da un’escursione scolastica organizzata proprio per lei (uno spettacolo teatrale inclusivo) a causa della mancanza di un veicolo adatto a trasportarla.

La madre, stupefatta per tanta disorganizzazione e mancanza sia di sensibilità che di capacità organizzative minime, ha sporto denuncia presso i carabinieri, mentre la ragazza ha atteso l’orario di uscita in un’altra classe.
Secondo la sua versione, nel momento in cui si sarebbe recata dal preside a chiedere spiegazioni, sarebbe stata allontanata. La famiglia della ragazzina, su sedia a rotelle a causa di una tetraparesi dispastico sistonica e iscritta al primo anno, è stata anche costretta ad acquistare, spendendo di tasca propria, una sedia ad hoc e un tablet specifico per agevolare quella tipologia di disabilità, che avrebbero dovuto essere messi a disposizione dall’istituto.

Del tutto disattesa, poi, da parte della scuola, l’impegno dovuto della presenza di una figura professionale adatta a fornire assistenza all’alunna disabile, la cui madre si è affidata agli avvocati Sergio Pisani e Cecilia Gargiulo i quali, insieme con l’associazione “La battaglia di Andrea”, si stanno ora adoperando per raggiungere l’ambito e paradossale obiettivo: ricevere quello che le spetta.
  

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo