La prima fondazione per tutelare vittime “long covid” è a Napoli

64 Visite

Si evolve dal Comitato Cura Domiciliare Covid 19, a Napoli, la Fondazione TDC19 ETS: un gruppo di medici e professionisti che durante l’emergenza legata al virus hanno chiesto un protocollo univoco di cura precoce ai primi sintomi, supportando gratuitamente migliaia di cittadini.

Ad annunciarlo è l’avvocato Erich Grimaldi fondatore e presidente della Fondazione, la quale introduce anche una nuova app con cui sarà possibile attuare una raccolta di dati che saranno poi utili al team di ricerca scientifica che agirà in sintonia con le Università ed enti di ricerca.

Gli iscritti potranno contare su un supporto per le loro patologie legate al long covid e a reazioni avverse dalla vaccinazione.

Il comitato scientifico misto è composto da medici e ricercatori che si sono distinti per il loro operato durante l’emergenza. La Fondazione si occuperà anche di educazione, istruzione e formazione professionale, promuovendo attività culturali e convegni di interesse sociale e tutelando i diritti civili degli utenti e dei consumatori. Non mancano l’assistenza e il supporto di infermieri, psicologi, fisioterapisti, farmacisti e biologi. I partecipanti iscritti alla fondazione potranno contare, infine, anche su un supporto legale.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo