Napoli e i posti barca, un mare di problemi

300 Visite

Nell’incontro che ha fatto da prologo agli Stati del Mare organizzati nell’ambito della cinquantesima edizione  del Nauticsud, si è discusso di porti e nautica da diporto alla presenza del Governatore Vincenzo De Luca. 
Tra le tante dichiarazioni, di particolare rilievo certamente mi è sembrata quella secondo la quale: “…ci sono 100 milioni dei fondi di coesione e sviluppo che andranno alla portualità e agli attracchi della nautica da diporto…”, dopo aver elencato un dettagliata lista di piccoli interventi già in essere, da Forio passando per Salerno, Monte di Procida, Bacoli ed il Cilento. 
E ancora “Si andrà a Roma per reclamare lo sblocco dei Fondi di coesione fermi da un anno…”! 

Giusto, anzi giustissimo, ma…
Peccato che, nel pur non breve intervento del Governatore, la parola Napoli non sia mai stata pronunciata. Cosa che non può non suscitare una serie di preoccupati interrogativi e riflessioni: 
Ma la città è nell’agenda politica ?
Napoli è ancora città di mare e capoluogo della Regione Campania? 
C’è un modello Salerno, suggeriva il moderatore: si può seguire quello? 

Napoli è la terza città di mare d’Italia, eppure non abbiamo un porto turistico, nessun posto barca per la gente comune e per i turisti. 
Numerosissime, poi, sono le carenze per il sistema portuale, mentre con l’ultimo PUAD la Regione Campania ha stabilito che le spiagge liberamente fruibili siano solo in misura del 30%.

Il Comune di Napoli ancora non si è preso in carico la governance degli spazi marittimi di sua competenza, che impropriamente sono ancora nelle mani dell’Autorità Portuale dal lontano 2007 (tutte le aree turistiche ricreative della costa). 
Il Sindaco annuncia porti a Mergellina e Napoli est, ma ne è stata informata le Soprintendenza ? 
Napoli est e Bagnoli sono cristallizzate!
E quindi?! 

Il mare continua a non bagnare Napoli.
Napoli resta assente dal dibattito e senza connessione.
Napoli ha delle coste di incomparabile bellezza, storia, cultura, eccellenze e tradizioni: tutto questo presuppone un impegno importante. E invece?!
Napoli ha superato tutti i livelli di inospitalità per quanto riguarda il mare…

È più un problema del Sindaco?!
Certamente, ma è anche un problema del Governatore della Regione Campania.
Tenetene conto per le future decisioni… 

DANIELA VILLANI*
*(Pres.Terramaremotus – APS)

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo