Riunione in Prefettura su senza fissa dimora: maggiore accoglienza

23 Visite

Questo pomeriggio si è svolto al Palazzo di Governo di Napoli un incontro, convocato dal prefetto Michele di Bari, sul tema dei senza fissa dimora presenti in città. Al tavolo hanno preso parte l’assessore comunale al Welfare, i rappresentanti dell’Asl Napoli 1 centro, della Croce Rossa Italiana, della Caritas, della Comunità di S. Egidio e dell’associazione Be Humans – Rete Coordinamento di Strada. Nel corso della riunione, che fa seguito a quelle precedenti sull’argomento, dettaglia una nota della stessa prefettura, è stato fatto il punto sulle iniziative in corso sull’avvenuto sgombero dei senza fissa dimora presenti nell’ambito della Galleria Principe di Napoli Per quanto concerne le attività in corso, il Comune ha riferito, ancora la nota, “che sono stati avviati i lavori finanziati dal Pnrr per allestire tre stazioni di posta e riqualificare 9 appartamenti (di cui alcuni confiscati alla criminalità organizzata) da destinare alle persone senza tetto e senza fissa dimora.

Le stazioni, che potranno ospitare fino a 50 persone, saranno 2, nella zona di Piazza Garibaldi, e una nel quartiere di Fuorigrotta. Gli appartamenti potranno ospitare piccoli gruppi o famiglie fino a 6/7 persone. L’obiettivo perseguito è quello di individuare sistemazioni temporanee, soprattutto nei periodi più difficili dell’anno come quello invernale”. Tutti gli interlocutori presenti al tavolo prefettizio hanno concordato di proseguire negli sforzi per incrementare l’accoglienza di questa categoria di persone fragili. Per quanto attiene alla Galleria Principe di Napoli, così come stabilito nel corso degli incontri in prefettura, “è stato effettuato nei giorni scorsi lo sgombero per consentire l’avvio dei lavori di restauro. Gli homeless ivi dimoranti sono stati allocati in apposite strutture dormitorio o hanno trovato una diversa, autonoma collocazione”.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo