“Strade Sicure”, a Napoli 112 militari

46 Visite

Si è tenuto ieri pomeriggio, al Palazzo di Governo, una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduta dal Prefetto di Napoli, Michele di Bari. Tra gli argomenti all’ordine del giorno, si legge in una nota della prefettura, “l’impiego dei 122 militari recentemente assegnati dal ministero dell’Interno, di concerto con il ministero della Difesa che, a partire da oggi, si aggiungeranno al contingente impegnato nell’operazione ‘Strade Sicure’ già operante in quest’area metropolitana, portando a 620 unità il numero complessivo di uomini e donne dell’Esercito Italiano, a disposizione della Prefettura di Napoli, per i servizi di vigilanza a siti e obiettivi sensibili nonché per compiti di perlustrazione e pattugliamento, in concorso e congiuntamente alle forze di polizia”. A queste, si aggiungono ulteriori 100 unità dedicate alle esigenze della Terra dei Fuochi. Il rinforzo del contingente, precisa la prefettura, “sarà destinato alla vigilanza delle aree interne e adiacenti alle infrastrutture ferroviarie, tra le quali piazza Garibaldi e zone adiacenti nonché ad altre aree critiche, con particolare riferimento agli scali portuali e aeroportuali”.

Il personale agirà con funzioni di “agente di pubblica sicurezza” e potrà procedere alla identificazione di persone e mezzi di trasporto, “anche al fine di prevenire o impedire comportamenti che mettano in pericolo l’incolumità delle persone o la sicurezza dei luoghi vigilati”. L’operazione, quindi, consente il potenziamento delle attività di prevenzione e controllo e il maggiore contrasto ai fenomeni delittuosi nel territorio.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo