Strage bufale, il Tribunale da ragione a Fabbris e agli allevatori contro De Luca

421 Visite

Il Giudice del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha dichiarato il “non luogo a procedere” (dunque il processo finisce qui con una assoluzione ancora prima di iniziare già alla sua prima udienza) per il procedimento penale contro Gianni Fabbris (sindacalista) e 15 allevatori accusati da ambienti politici casertani vicini alla Regione Campania.

Esultano tutti coloro i quali si sono battuti contro il massacro delle bufale e dell’economia della provincia di Caserta, che parlano di:
“…un evidente tentativo di intimidirci…andato a vuoto come tutti i loro stratagemmi”:

“Domani – continuano i rappresentanti degli allevatori e di Altraagricoltura  – dopo aver letto le argomentazioni del giudice, produrremo il nostro comunicato ufficiale, insieme a qualche altra perla sui tentativi di intimidazione della regione e un commento di Gianni Fabbris che annuncerà ulteriori iniziative di mobilitazione degli allevatori.
Per intanto incassiamo anche questo risultato positivo messo in campo dalla nostra iniziativa e dagli avvocati del Soccorso Contadino!”.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo