Creatività, giovani e tradizione, debutta Palizzi Arte Festival

39 Visite

Debutta il 12 e 13 giugno, a Napoli, la prima edizione del Paf – Palazzi Arte Festival.

    Ideato e diretto da Gianfranco Gallo, sarà un’opportunità di confronto per gli studenti dei licei artistici e, al contempo, un’occasione per il comparto turistico della città di Napoli.

    Il progetto e il programma della prima edizione, dedicata a Libero Bovio, si svolgerà nel giardino storico del Liceo Artistico Coreutico Musicale “Palizzi”.

    Gran parte dei più grandi successi della canzone napoletana, ricorda una nota del Comune di Napoli, è stata scritta dalla penna di Bovio: Tu ca nun chiagne (musica di Ernesto De Curtis), Reginella (musica di Gaetano Lama), Chiove, ‘O Paese d’ ‘o sole e Lacreme napulitane, solo per ricordarne alcune.

Il Paf – in collaborazione con l’Istituto Palizzi di Napoli, in cui hanno sede Liceo artistico, Liceo Musicale, Liceo Coreutico e Museo Artistico Industriale – prevedrà spettacoli, incontri e concerti che si terranno nel giardino storico dell’edificio di piazzetta Salazar, proprio alle spalle di piazza del Plebiscito.

    Nei due giorni di eventi sarà possibile visitare le sale del Museo Artistico Industriale e per la prima volta, in esclusiva, verranno esposti i bozzetti originali di Domenico Morelli relativi ai pannelli maiolicati del museo e i gioielli disegnati da Palizzi a tema naturalistico, che hanno ispirato la spilla realizzata come Premio Paf 2024.

«Napoli – ha esordito l’assessora al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Napoli Teresa Armato sta vivendo un risveglio che riguarda l’arte, la cultura e la musica. Al tempo stesso sta dimostrando che può contenere contemporaneamente grandi eventi come i concerti che si stanno facendo al Maradona e in piazza Plebiscito e progetti di grandezza come il Paf che tiene insieme arte, musica e artigianato di pregio, facendone un percorso di formazione per i ragazzi e coinvolgendo realtà scolastiche che sono un vanto per la nostra città”.

“Con questo festival – ha spiegato l’attore e regista Gianfranco Gallo – vogliamo unire l’attività degli studenti del liceo artistico in tutte le sue declinazioni con quella di attori e professionisti del settore, creando un’occasione di arricchimento per i ragazzi. Abbiamo unito questo percorso con un premio che non è un gesto simbolico come spesso avviene, ma verrà consegnato a personaggi che hanno davvero un legame con il protagonista di questa edizione, che è Libero Bovio”.

“Questo festival è un’opportunità straordinaria per dei giovani in formazione – ha sottolineato il direttore del Polo delle Arti Caselli Palizzi Valter Luca De Bartolomeis perché entrano in contatto con grandi artisti apprendendo in modo diretto cosa significhi, ad esempio, allestire uno spettacolo. E poi tutti i ragazzi, da quelli che studiano grafica a quelli dei laboratori del gioiello e della ceramica, hanno lavorato insieme: nell’allestimento di questo progetto c’è stato un trionfo della creatività». Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti. (ansa)

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo