I canti di 300 coristi nel parco archeologico di Pompei

[epvc_views]

Trecento coristi, accorpati in 11 formazioni diffuse nell’area archeologica di Pompei sulla scia della Festa della Musica 2024.

Canti dal classico, al popolare, al gospel e al profano risuonano oggi per una festa corale dedicata alla musica dal vivo e alla valorizzazione della molteplicità e diversità delle pratiche musicali in tutta Europa e nel mondo, in linea con il tema di quest’anno “La prima orchestra siamo noi”.

    I cori si esibiscono a cappella o accompagnati da strumenti acustici in diversi luoghi della città antica: Basilica, Macellum, Edificio di Eumachia, Terme Stabiane, Foro Triangolare, Teatro Piccolo, Necropoli di Porta Nocera, Palestra Grande, Praedia di Giulia Felice, Casa della venere in conchiglia, per poi riunirsi tutti al Foro per la chiusura finale. Il tutto con grande apprezzamento da parte dei visitatori del parco archeologico. (ansa)

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo