Camorra: auto in fiamme a chi non pagava l’usuraio, 5 arresti

[epvc_views]

Ancora atti intimidatori da parte del Clan dei Casalesi, che dimostrano la loro persistente morsa sul territorio casertano. Cinque persone legate al clan sono state arrestate dai Carabinieri della Compagnia di Casal di Principe, su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso, danneggiamento a seguito di incendio e usura.

Le indagini hanno portato alla luce un episodio di estorsione avvenuto tra febbraio e luglio 2024, ai danni di due persone. Le vittime erano state minacciate e costrette a pagare un importo di circa 100mila euro, derivante da un debito pregresso di 45mila euro contratto a tassi usurai da uno degli indagati.

Summit camorristici e intimidazioni

I vertici del Clan dei Casalesi, non soddisfatti del mancato pagamento da parte delle vittime, hanno organizzato incontri intimidatori per sollecitare il saldo del debito. Non ottenendo il risultato sperato, il clan è passato alle maniere forti: nell’aprile di quest’anno, alcuni degli indagati hanno incendiato delle autovetture di proprietà di una delle vittime.

L’incendio come monito e il primo pagamento

L’azione intimidatoria ha avuto l’effetto desiderato: le vittime, terrorizzate, hanno consegnato ai clan circa 5mila euro come prima tranche del pagamento del debito.

Le indagini e gli arresti

L’intervento tempestivo dei Carabinieri e la proficua collaborazione con la Procura di Napoli hanno permesso di ricostruire i fatti e assicurare alla giustizia i responsabili. L’operazione rappresenta un duro colpo al Clan dei Casalesi, dimostrando l’impegno delle forze dell’ordine nel contrastare la criminalità organizzata e nel tutelare la sicurezza dei cittadini.

L’episodio evidenzia ancora una volta la pervasività e la violenza del Clan dei Casalesi, che non esita a ricorrere a metodi intimidatori per ottenere il proprio tornaconto. Tuttavia, l’operazione di oggi dimostra anche la determinazione delle istituzioni nel combattere la criminalità organizzata e nel restituire legalità e sicurezza al territorio.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo