Calcio Napoli, Mazzarri e l’auspicio del nuovo anno: «Ci mancano molti titolari, ma dobbiamo invertire la rotta»

41 Visite

La rinascita parte dal Torino in questo nuovo inizio anno. Una sfida delicata visto il coefficiente di difficoltà degli avversari, ma anche l’eccessiva fretta di inseguire le avversarie. Walter Mazzarri (ex della partita) si augura di fare risultato soprattutto dopo l’ultimo match del 2023 giudicato in maniera positiva. Queste le parole del tecnico del Napoli, riportate da Il Corriere dello Sport: 

«Vorrei per questo 2024 che si invertisse la rotta rispetto ai risultati. Col Monza abbiamo fatto una buonissima prestazione, è mancato solo il risultato. Mazzocchi è un ragazzo eccezionale, ha una grande carica, ci ho parlato. Chi viene qui deve essere motivato e trasmettere carica a chi si addormenta dopo 2-3 anni. Di Lorenzo non aveva un ricambio, ho parlato con Mazzocchi e ho capito che può essere un jolly, tornerà utile. Infortuni? Ne sono successe di cose, sono preoccupato per le assenze. Gaetano proverà e parleremo con Juan Jesus che non è al top, ma vedremo di recuperarlo. Con il Monza abbiamo giocato bene creando 7-8 palle gol e concedendo a loro solo un mezzo contropiede. Abbiamo chiuso la partita con il 4-2-4 e abbiamo provato a vincerla. Se continuiamo a giocare così ne vinceremo tante di partite. Però ho sentito dire cose assurde in tutta la settimana. L’anno scorso ha giocato una sola partita dall’inizio, Raspadori è un centravanti di manovra, hanno caratteristiche diverse. Vedrò l’allenamento fino all’ultimo e deciderò chi sostituirà Osimhen. Simeone ha sempre il sorriso, è un ragazzo allegro e prezioso, dovrebbero essere tutti come lui. 

Punti raccolti? Non si possono paragonare i momenti, in questo momento poi mancano sette, otto titolari e poi i giudizi cambiano in virtù dei risultati, come col Monza. Fa parte del calcio e bisogna accettarlo. Non è bello vedere che nonostante la tecnologia si faccia fallo a palla lontana. E poi Kvaratskhelia quando ha una mezza reazione viene ammonito, questo è un tema da approfondire. Kvara ne subisce di tutti i colori e il Var non interviene e lo stesso discorso vale anche per Osimhen. Politano mi dà speranze di recuperarlo. Cajuste e Lobotka stanno bene, cerco di recuperare anche Demme. Siamo ai minimi termini sia a centrocampo che in difesa. Napoli è casa mia, non sono ancora riuscito a ripetere quanto fatto nella prima esperienza, mi sento quasi in debito. Spero di svoltare presto».

Foto: ANSA

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo