“Malacrescita” in scena al Teatro Bolivar

27 Visite

Mimmo Borrelli, uno dei più grandi drammaturghi italiani odierni, torna sul palco del teatro di Materdei con la storia di Maria Sibilla Ascione.
Domenica 21 gennaio, alle 21:00, porterà in scena “Malacrescita”, di cui è autore e regista, tratto dalla tragedia “La Madre: i figli so’ piezze ‘i sfaccimme”.

“Nel testo originale è la madre sopravvissuta a raccontare ormai esule e sola le sue insane gesta ai propri gatti, gli unici figli che le sono rimasti, di cui si circonda per farsi compagnia. Qui, invece, capovolgiamo il punto di vista immaginando tutti i protagonisti defunti e gli unici sopravvissuti, giullari, diseredati, miserabili, sono i due figli, i due scemi che, dementi, rivivono i fatti tra versi e ricordi, rievocando pulsioni, umori, suoni, urla, e mormorii della loro aguzzina, vestendo ed espiando attraverso i suoi lerci ed ammuffiti abiti gli intenti e i moniti di colei che li ha lasciati al mondo abbandonati come dei rifiuti, messi da parte come le discariche ricolme di vegetazione innaffiata dal percolato, rinchiusi tra le pareti di un utero irrorato di solitudine, dove l’unico gioco rimane e consiste nel rimbalzarsi, tra gli spasmi della loro degenerata fantasia, tra le folli trame insanguinate di questa tragedia, sul precipizio di un improvvisato altare tombale di bottiglie eretto in nome della loro mamma, ’u cunto stesso … la placenta, l’origine della loro mala crescita” – racconta Mimmo Borrelli.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo