Nuova piazza di spaccio trovata col drone a Caivano, 4 denunce

28 Visite

Dal Parco Verde, la vendita si sposta anche nel centro storico

La nuova piazza di spaccio a Caivano, in provincia di Napoli, scoperta grazie ai droni. La vendita si sposta anche nel centro storico. Quattro persone sono state denunciate, sequestrati cento proiettili, hashish e migliaia di euro di denaro “sporco”. Dal Parco Verde, i pusher cercano altre strade. Da Via delle Magnolie, dei Lillà, viale Margherita, Dalia, Orchidea che sono costantemente coperte dalla pressione dei carabinieri. Il nuovo market della droga è stato scoperto in via Cairoli, nell’affollato centro storico di Caivano. I carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno monitorato per molte ore la zona, sapevano che la vendita di droga era rallentata ma non ferma.

Grazie all’occhio elettronico di un drone hanno sorvolato la città, mappando ogni possibile rifugio per spacciatori e acquirenti. Lo hanno trovato proprio nella stradina a ridosso di via Garibaldi. Curioso il movimento di persone su uno dei tetti. Lento e circospetto, come quello di vedette attente. Così hanno concentrato gli sforzi e, all’alba, hanno avviato il blitz circondando l’area e passando anche dai tetti. Diversi i locali utilizzati, lo stupefacente venduto attraverso la feritoia del portone verde descritto appena qualche battuta fa. Il cliente chiede quantità e varietà, ne paga il prezzo infilando la banconota nella feritoia e riceve la merce. Poi via al prossimo in fila. Tutto in pochi secondi, non c’è tempo per i convenevoli.

Per fuggire, i pusher utilizzano una finestra al piano strada nella corte condominiale, a diversi metri dal punto-vendita, coperta da una grata. I Carabinieri trovano negli svariati locali 4 persone, denunciate tutte per spaccio di droga e ricettazione. Sequestrati 200 grammi di hashish, 100 proiettili calibro 38 special, 34mila euro in contante e un sofisticato sistema di videosorveglianza. Gran parte del materiale rinvenuto era nascosto proprio sul tetto individuato attraverso le lenti del drone. Anche i locali sono stati sequestrati.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo