Napoli, congresso operatori spettacoli itineranti: troppi paletti dai Comuni

24 Visite

Si è tenuto a Napoli, qualche giorno fa, il primo congresso dell’associazione che raggruppa gli esercenti degli spettacoli viaggianti (circhi, giostre, ecc..), un settore che in Italia conta 6000 imprese.
Il problema più grave, come ha sottolineato Maurizio Crisanti, segretario nazionale, è la difficoltà a cui si va incontro nell’ottenere permessi dai Comuni che – nonostante la legge 3371968 dia disposizioni ben precise – troppo di frequente vengono concessi in aree periferiche. 

A supplire a questa carenza da parte delle pubbliche amministrazioni, sono stati in parte i centri commerciali. Alla Mostra d’Oltremare, dove si è svolto l’incontro, era presente anche il direttore dell’associazione dei direttori dei centri commerciali d’Italia, Gaetano Graziano che – a margine dell’evento – ha dichiarato tra l’altro:
“Ciò che è emerso da questo convegno è stato davvero stimolante. Nella mia veste di vicepresidente di Adcc, ritengo che la difficoltà nell’ottenere spazi da parte dei Comuni sia una sfida che richiede una rivoluzione nelle strategie della comunità di spettacoli itineranti.

Guardando al futuro, vedo nei centri commerciali non solo luoghi di vendita, ma autentici poli di socialità. Una stretta collaborazione rappresenta una prospettiva entusiasmante, dove la magia delle giostre diventa parte integrante della vita sociale nei centri commerciali, contribuendo a creare un’atmosfera unica e accattivante per i visitatori”.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo