Carceri: garante incontra procuratore Napoli Gratteri, ‘azione congiunta’

40 Visite

La necessità di intervenire sulla situazione sanitaria in carcere, di programmare azioni volte a ridurre il disagio anche psichico delle persone detenute e di lavorare, insieme all’Amministrazione penitenziaria, sulla prevenzione del rischio suicidario. Ne hanno discusso procuratore di Napoli Nicola Gratteri e il Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale.

L’incontro, riferisce una nota, si inserisce nella cornice della più ampia collaborazione istituzionale proficuamente avviata dal Garante nazionale nei giorni scorsi anche con le autorità della Regione Campania. La riunione tra il procuratore di Napoli e il Collegio del Garante ha toccato quindi i temi dell’esecuzione penale ed alcune questioni riguardanti le strutture penitenziarie del territorio di comune competenza.

Il presidente del Garante Felice Maurizio D’Ettore e il procuratore Gratteri hanno poi valutato l’opportunità di un’azione congiunta mirante alla tutela del diritto alla salute delle persone private della libertà anche attraverso la stipula di eventuali Protocolli d’intesa che il Procuratore Gratteri ha già proposto in varie sedi istituzionali.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo