Al Monaldi 16enne recupera l’udito con una protesi di ultima generazione

46 Visite

È stato un successo l’intervento avvenuto all’ospedale Monaldi di Napoli che ha permesso a un ragazzo di sedici anni di recuperare l’udito grazie una protesi ‘OSIA’ di ultima generazione. Egli era affetto dalla sindrome di Franceschetti, che comportava uno sviluppo anomalo della mandibola e l’assenza dell’orecchio esterno. Adesso potrà vivere una vita normale.

La direttrice generale dell’Azienda Ospedaliera dei Colli, Anna Iervolino, ha così commentato l’ennesimo traguardo raggiunto: “Il Monaldi è centro all’avanguardia per la chirurgia della sordità con l’impianto, nell’ultimo anno, di 22 orecchi bionici. Eccezionali, inoltre, sono i risultati raggiunti per la chirurgia oncologica laringea, e ben 54 pazienti provenienti da altre regioni hanno scelto la UOC diretta dal professore Tortoriello per farsi curare”.

L’operazione è stata eseguita dai dottori Giuseppe Barba e Rosa Grassia.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo