“D10S in the street”, luglio nel ricordo del dio bambino

52 Visite

Presentata “D10S in the street”, l’iniziativa che si terrà in città presso la Rotonda Diaz nelle giornate del 5, 6 e 7 luglio 2024, durante la conferenza tenutasi lo scorso 29 maggio moderata dal giornalista Enzo Agliardi.  

Come può essere dedotto dal titolo, l’evento consiste in una serie di appuntamenti dedicati al compianto Diego Armando Maradona ed ai quarant’anni dal suo arrivo a Napoli, avvenuto nel lontano luglio 1984 e, per questo motivo, si è scelto di ricordarlo proprio nel giorno del 5 luglio.  

“D10S in the street” mette insieme sport, attenzione ai giovani, sociale ed aggregazione con la finalità di fare del bene ai ragazzi della città partenopea nel nome di Maradona.  

L’amato calciatore argentino aveva a cuore i bambini e soprattutto gli orfani, infatti lo stesso affermava: “Voglio diventare l’idolo dei bambini poveri di Napoli, perché loro sono com’ero io da bambino a Buenos Aires”.
E’ proprio ai bambini a cui è dedicata questa iniziativa, in particolar modo ai bambini calciatori che prenderanno parte ad un torneo di calcio a tre in un campo che verrà allestito proprio alla Rotonda Diaz. 

La manifestazione ha un duplice aspetto: sociale e sportivo, per dare spazio all’eredità sportiva di Diego e portare a compimento il suo volere riguardante i bambini napoletani”- ha detto l’esperta di marketing Stefania Avallone, la quale è stata presente durante la conferenza del 29 luglio assieme al giornalista Enzo Agliardi e al direttore Lorenzo Crea lo scorso 29 maggio.  

Tra i presenti, anche il Ceo Dam10 e Direttore Generale D10S Academy Gennaro di Scala, il quale ha illustrato i dettagli tecnici del torneo bambini di calcio a tre, sostenendo che a fine partita tutti i bambini riceveranno un premio, inclusi i vinti, perché l’importante è la gioia che si crea in una squadra.
Proprio come avrebbe voluto Sua Maestà Diego Armando Maradona. 

“Maradona ha rappresentato e rappresenta tutt’ora un idolo per i bambini non solo napoletani, ma di tutto il mondo. Il campione che tutti i fanciulli vorrebbero essere da adulti” – ha spiegato il terzo relatore e General Manager Diego Armando Maradona Stefano Ceci.

In conclusione, l’Assessore allo sport  del Comune di Napoli, Emanuela Ferrante: “Sono particolarmente legata al ricordo di Diego Armando Maradona per le gioie che le ha regalato da bambina quando andava allo stadio ad assistere alle partite del Napoli”  – esprimendo inoltre parole di gioia e soddisfazione per l’iniziativa che costruirà anche un volano per il 2026 quando Napoli sarà capitale europea dello sport.

 

 

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo