Musumeci, accertare ritardi o distrazioni nei Campi flegrei

[epvc_views]

“Pervengono al governo reiterate lamentele da parte di cittadini abitanti nei territori dei Campi Flegrei circa perduranti ritardi nella concessione del contributo di autonoma sistemazione per quanti sono stati costretti a lasciare temporaneamente la propria abitazione a seguito di accertata inagibilità, dopo la scossa sismica del 20 maggio scorso”.

È quanto scrive il ministro per la Protezione civile Nello Musumeci al capo Dipartimento nazionale, Fabrizio Curcio, affinché intervenga per accertare la fondatezza dei denunciati ritardi da parte delle Istituzioni territoriali preposte e richiamare ognuno alle proprie responsabilità, senza ritardi o distrazioni.

Nella sua nota il ministro sottolinea anche come “l’arrivo della stagione turistica non può per nessuna ragione indurre i Comuni a ‘rimandare’ la realizzazione di ogni necessaria iniziativa finalizzata alla prevenzione non strutturale, comprese le strutture mobili da allestire nelle apposite aree per accogliere i cittadini”.

A Roma si lavora intanto al prossimo provvedimento che il ministro Musumeci porterà all’esame del governo per la messa in sicurezza, nella zona ristretta del bradisismo, delle infrastrutture pubbliche e di quelle rese inagibili dalla scossa del 20 maggio scorso.

  “La leale collaborazione tra Istituzioni – è l’appello di Musumeci – è l’unica garanzia che possiamo offrire alle comunità dei Campi Flegrei, ognuna con le proprie competenze, senza dannosa demagogia che lasciamo alla peggiore politica, quella che fino a ieri ha taciuto e mai mosso un dito per accendere i riflettori su una realtà complessa e difficile”. (ansa)

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo