I vaccini multipli aumentano i rischi per i bambini in modo esponenziale

[epvc_views]

Secondo uno studio peer-reviewed pubblicato sull’International Journal of Vaccine Theory, Practice, più vaccini un bambino riceve contemporaneamente, maggiore è la possibilità che sviluppi un’infezione, una malattia respiratoria o ritardi nello sviluppo legati alle vaccinazioni.

“Se gli indicatori di sicurezza facessero scattare degli allarmi, i risultati sarebbero assordanti”, ha detto l’autore principale Karl Jablonowski, ricercatore senior presso Children’s Health Defense (CHD). “Il numero assoluto di malattie aumenta esponenzialmente con ogni vaccino aggiunto”.

Jablonowski e il direttore scientifico del CHD, Brian Hooker, hanno analizzato i dati di 20 anni relativi a 1.542.076 combinazioni di vaccini somministrate a bambini di età inferiore a 1 anno. I dati, raccolti dal 1 luglio 1991 al 31 maggio 2011, provengono dal database Florida Medicaid disponibile al pubblico, che contiene più di 460 milioni di richieste di fatturazione da oltre 10 milioni di persone. I ricercatori hanno esaminato le diagnosi mediche fornite ai bambini vaccinati entro 30 giorni dalla vaccinazione. Lo studio ha confrontato i bambini che hanno ricevuto tre “vaccini base” con i bambini che hanno ricevuto gli stessi vaccini più altri, in un’unica visita dal pediatra.

I ricercatori hanno trovato nel database sette coorti di neonati che hanno ricevuto diverse combinazioni di vaccini – che vanno, ad esempio, dai vaccini base più HepB ai vaccini base più HepB, PCV e rotavirus – e li hanno confrontati con il gruppo di controllo.

Hanno così identificato 45 diverse diagnosi statisticamente significative per malattie respiratorie, dello sviluppo e sospette infettive in seguito alle diverse combinazioni di vaccini.

In sintesi, hanno scoperto che con l’aumento del numero di iniezioni somministrate ai bambini in una singola visita medica, il numero di diagnosi di malattie respiratorie o infettive dello sviluppo entro 30 giorni dalle iniezioni è aumentato in modo esponenziale.

Ogni iniezione aggiuntiva ha più che raddoppiato il numero delle diverse malattie diagnosticate.

Ad esempio, un vaccino aggiuntivo ha provocato una media di sette malattie aggiuntive che si sono verificate a tassi statisticamente significativi in ??una data coorte di bambini.

Due vaccini aggiuntivi hanno provocato una media di 15 malattie e tre vaccini somministrati hanno provocato altre 35 malattie.

Le malattie respiratorie – tra cui tosse, asma, bronchite ostruttiva e molte altre – erano i disturbi ricorrenti più comuni a seguito di una qualsiasi combinazione di vaccini.

Condizioni di sviluppo come la “mancata crescita” – in cui lo sviluppo fisico, mentale o sociale di un bambino è ritardato, anormale o cessa – si sono verificate in quattro gruppi. I ricercatori hanno suggerito che fosse la conseguenza dei vaccini che causavano disregolazione nel sistema respiratorio e immunitario.

Un’infezione comune era la leucocitosi, un numero elevato di globuli bianchi che può indicare una serie di infezioni, infiammazioni o disturbi del sistema immunitario. Un altro esempio serio includeva la sepsi, che si è verificata nel gruppo che ha ricevuto il maggior numero di iniezioni contemporaneamente: le iniezioni base più HepB, PCV e rotavirus.

È “incredibilmente sconsiderato” che degli studi sugli effetti di più vaccini simultanei non siano stati condotti fino ad ora.

Il programma di vaccinazione infantile 2024 dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) comprende 77 dosi totali di vaccino per i bambini di età compresa tra 0 e 18 anni.

In confronto, nel 1986 il CDC raccomandava 11 dosi di 7 vaccini entro i 16 anni, inclusi i vaccini MMR (morbillo, parotite, rosolia), DTP e antipolio.

Ad eccezione del vaccino HepB, raccomandato per i neonati nelle prime 24 ore di vita, raramente i neonati ricevono un singolo vaccino alla volta.

Molti vaccini, come il DTP, combinano diversi vaccini per più malattie in un’unica dose. Inoltre, per aderire al programma del CDC, i pediatri comunemente somministrano cinque o sei vaccini e combinazioni di vaccini ai bambini ad ogni visita di 2, 4 e 6 mesi.

Tuttavia, affermano gli autori, non sono stati condotti studi appropriati per valutare gli effetti della combinazione dei vaccini.

“Sfortunatamente, c’è una scarsità di ricerche completate sulla somministrazione di vaccini multipli come raccomandato dal programma del CDC”, ha detto Hooker a The Defender. “I vaccini sono qualcosa di ‘magico’, quindi nessuno mette in dubbio l’idea di aggiungerne altri al programma”.

Il risultato è che, sebbene le agenzie per la sicurezza sanitaria possano affermare che i singoli vaccini sono sicuri, qualsiasi affermazione sulla sicurezza delle combinazioni di vaccini è infondata, hanno scritto gli autori.

“In pochi secondi, un bambino di 2 mesi visitato da un pediatra può aspettarsi di ricevere vaccini per HepB, rotavirus, difterite, tetano, pertosse, HIB, 15 o 20 diverse varianti pneumococciche, poliomielite e forse RSV”, ha detto Jablonowski. “È incredibilmente sconsiderato che i danni delle combinazioni non siano stati studiati”, ha aggiunto.

“Abbiamo intenzione di continuare a completare questo tipo di ricerca, data l’enorme carenza di dati scientifici accurati e pertinenti sulla sicurezza dei vaccini”, ha affermato Hooker.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo