Alla Polizia Locale tecnologia in 3D per rilievi in caso di incidente

[epvc_views]

La Polizia Locale di Napoli ha ricevuto in dotazione nuove attrezzature tecnologiche all’avanguardia per migliorare la gestione degli incidenti stradali. Il sistema, denominato iCam3D, insieme al software IncidentiOnLine, consentirà di ricostruire la scena del sinistro in modo tridimensionale e con maggiore precisione, accelerando i tempi di verbalizzazione e garantendo una maggiore sicurezza nella zona dell’incidente. Stando a quanto si apprende, le nuove attrezzature sono state presentate nello spazio antistante Palazzo San Giacomo, alla presenza dell’assessore alla Legalità e Polizia locale del Comune di Napoli e del comandante della Pl.

Denominato iCam3D, il sistema, unitamente al software IncidentiOnLine consentirà di ricostruire la scena in cui è avvenuto l’incidente in maniera tempestiva e con rilievo tridimensionale. Tutte le operazioni saranno digitalizzate grazie a cinque tablet in dotazione alle pattuglie che, attraverso una telecamera intelligente, consentiranno di rilevare rapidamente la scena del sinistro e di ripristinare quindi, in breve tempo, la normale circolazione. Con il nuovo sistema anche il Rapporto di Incidente Stradale (RIS) sarà prodotto in versione digitale con evidenti vantaggi, sia di consultazione che di archiviazione del documento. Altra novità riguarda l’equipaggiamento, non solo dell’infortunistica stradale, ma di tutte le unità operative territoriali spesso impegnate nei rilievi in caso di incidenti di minore gravità. La dotazione strumentale, infatti, si arricchirà di un kit per la messa in sicurezza del campo dell’incidente stradale. Gli agenti della polizia locale avranno a disposizione una nuova segnaletica verticale temporanea di emergenza, tra l’altro con pannelli di segnalazione, bandierine fluorescenti e lampeggiatori crepuscolari, che consentiranno di rendere visibile da maggiore distanza la zona d’intervento agli automobilisti che sopraggiungono.

Le nuove attrezzature – per le quali l’amministrazione ha investito circa 300mila euro a valere sul fondo Sicurezza Urbana erogato dal mministero dell’Interno – completano le dotazioni già in uso alle pattuglie come misuratori digitali laser, macchina fotografica digitale, precursore alcol-test per screening rapido dello stato di ebbrezza, etilometro, narcotest, gruppo elettrogeno per interventi in notturna e kit di primo soccorso.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo