Scontri tra tifosi di Napoli e Siracusa: condotte 20 perquisizioni, seguiranno i Daspo

[epvc_views]

La Procura di Nola ha dato il via libera per una perquisizione personale, locale e informatica, condotta dalla Polizia di Stato nei confronti di 20 tifosi ultras napoletani e 4 siracusani. Questo intervento è dovuto in merito ai fatti accaduti il 5 Maggio scorso, in occasione della sfida di campionato nazionale di Serie D Real Casalnuovo e Siracusa Calcio. L’indagine condotta dalla Digos della Questura di Napoli, insieme al supporto dato Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione e con la collaborazione delle Digos di Siracusa, Cosenza, Salerno e Latina, avrebbe evidenziato un numeroso gruppo di ultras partenopei, collegati ai gruppi Nuova Guardia, Masseria, Mastiffs, Barone, Spirito Libero, Rione Sanità, Nuova Stirpe e Sbandati.

Questi elementi occupavano la Curva A dello stadio Maradona, indossando indumenti scuri e con delle coperture in viso per evitare di essere riconosciuti. Secondo le ultime ricostruzioni, il manipolo di tifosi si sarebbe riunito nel comune di Casalnuovo di Napoli, per poi creare scompiglio all’altezza di piazza Nelson Mandela, lottando con i sostenitori ospiti con mazze da baseball, aste e bastoni. Due tifosi siciliani avrebbero riportato delle lesioni. La rissa sarebbe nata dal gemellaggio del tifo napoletano con quello catanese, acerrimo nemico dei siracusani. Grazie alle telecamere di videosorveglianza si potranno portare a termine le indagini e far partire i Daspo.

Photo: ANSA

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo