Domenica a Napoli il concerto di solidarietà per  l’’Ucraina

81 Visite

Sold out il concerto di solidarietà, organizzato dall’associazione Dateci le ali di Napoli insieme alla Fondazione Grimaldi, che si terrà domenica 24 settembre presso il teatro della fondazione Grimaldi, in piazzetta Montesanto. Una grande occasione per promuovere una raccolta fondi e di beni di prima necessità a sostegno della casa del pellegrino nella regione di Iviv.

Ad aprire il la serata sarà Dmytro Khoma che, per l’occasione, oltre a riportare brani della tradizione ucraina e italiana, presenterà in anteprima un inno scritto per l’associazione Dateci le Ali. Con lui il figlio, Ivan Khoma, violinista e già protagonista con l’orchestra Scarlatti junior, e Olena Chervinchuk, cantante ucraina da vent’anni in Italia. La famiglia Khoma, giunta solo da poco in Italia, ha già legato in modo particolare con Napoli: Mykola Khoma, il figlio maggiore, è attualmente ballerino del San Carlo e la fondazione Grimaldi ospita la famiglia all’interno della propria struttura. 
Previsto anche l’intervento di due sacerdoti che operano alla casa del pellegrino, testimoni diretti della guerra.

L’evento sarà supportato anche da molti partner, come L’Humanitas Salerno che donerà beni alimentari e si occuperà della sicurezza dell’evento, Gocce di Carità che ha organizzato una raccolta di medicinali; Ortopedia Zungri che donerà materiale ortopedico, oltre alle famiglie della Scuola Vanvitelli e alle volontarie della libreria Iocisto, che hanno organizzato una raccolta fondi, e alla parrocchia San Nunzio Sulprizio del parroco don Pasquale Marono, da oltre un anno al fianco delle famiglie ucraine in difficoltà.

La casa del pellegrino oggi è lo spazio di guarigione delle ferite di guerra, un centro di riabilitazione dei nostri combattenti e di tutti coloro che sono stati coinvolti dalla guerra – spiega Tania Genovese, direttore tecnico di Dateci le Ali -. La porta è aperta alle mamme con figli che hanno perso la casa, la proprietà, il legame con la famiglia e gli uomini che combattono per la nostra indipendenza”.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo