Statua Maradona, archiviate indagini per de Majo e Giordano

27 Visite

 Si chiude oggi definitivamente la vicenda giudiziaria che ha riguardato l’ex assessora alla Cultura del Comune di Napoli Eleonora de Majo e l’ex assessore della III municipalità Egidio Giordano indagati per una presunta turbativa d’asta riguardante la procedura di selezione per la scelta della statua da dedicare a Diego Armando Maradona da collocare fuori lo Stadio intitolato al calciatore. I due erano indagati per turbativa d’asta, accusa per la quale è stata richiesta l’archiviazione dalla stessa Procura, confermata poi dal gip.

La richiesta di archiviazione dimostra che “non vi fu alcuna condotta illecita e/o opaca nel coinvolgimento nella commissione che avrebbe dovuto giudicare le opere, insieme ad autorevoli esponenti della cultura, dello sport e del giornalismo anche di esponenti del tifo popolare”. Così in una in cui si legge che “inoltre a seguito di una perquisizione all’interno della loro abitazione durante le indagini, furono rinvenuti dei fuochi d’artificio e conseguentemente a tale rinvenimento per de Majo e Giordano è stata formulata una richiesta di rinvio a giudizio per detenzione di materiale esplodente, accusa dalla quale questa mattina sono stati prosciolti”.

Domani nella Sala Nugnes a via Verdi si terrà alle 11 una conferenza stampa alla presenza dei protagonisti della vicenda e del collegio difensivo di de Majo e Giordano composto dagli avvocati Domenico Ciruzzi, Natalia Fuccia, Annalisa Senese e Alfonso Tatarano. (foto Repubblica)

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo