“Poteva morire”, anziano aggredito da baby-gang nel Napoletano

40 Visite

Ancora un’aggressione da parte di una baby-gang ad Afragola, in provincia di Napoli: questa volta a farne le spese è stato un anziano che a causa delle lesioni subìte è stato costretto a subire intervento per il distacco della retina.

Sabato scorso un gruppo di giovani aveva aggredito uno degli allievi del rapper Luca Blindo, una violenza che ha spinto l’artista a rinunciare al concerto live ad Afragola dove avrebbe dovuto cantare. A rendere noto l’ultimo atto di violenza è stata la figlia dell’anziano, con un post sui social.

La donna si è anche recata dalle forze dell’ordine per presentare un esposto.

«Abbiamo fatto una regolare denuncia dai Carabinieri – dice Mena Esposito, figlia di Antonio Esposito, la vittima dell’aggressione – ma presa dalla rabbia ho fatto anche un post dove ho esternato tutta la nostra indignazione. I calci ricevuti in volto da mio padre hanno provocato il distaccamento della retina e domani dovrà subire un intervento chirurgico. Come me tanta brava gente di Afragola è arrabbiata e impaurita. Bisogna dire basta: questi sono delinquenti e devono essere fermati, mio padre sarebbe potuto morire».

«Sono mesi che quasi ogni giorni si vedono post di persone che dichiarano di aver denunciato baby gang e delinquenti, – dice ancora la donna – addirittura qualche mese fa si sarebbero intrufolati in una scuola di Afragola picchiando un bidello che cercava di fermarli». (Fonte: Ansa)

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo