Camorra: tre omicidi in 10 giorni, alto impatto in provincia

41 Visite

Operazione interforze tra Castellammare di Stabia e Torre Annunziata

Tre omicidi in 10 giorni tra Torre Annunziata, Boscoreale e Casola di Napoli, ed un fermo per uno dei presunti assassini di Castellammare di Stabia. Proseguono le operazioni ad “alto impatto” a Castellammare di Stabia e Torre Annunziata dove, dalle prime ore del mattino, circa 200 operatori della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza stanno eseguendo numerose perquisizioni.

Dall’8 febbraio si sono verificati tre omicidi di camorra. Quello di un giovane di 24 anni, pregiudicato di Castellammare di Stabia ucciso a Torre Annunziata, di un pizzaiolo 29enne con precedenti da minorenne, ucciso sotto casa al Piano Napoli di Boscoreale, e di un 61enne noto come Ciruzzo ‘o biondo, noto trafficante di droga specializzato nelle coltivazioni di canapa indiana, vittima di una imboscata sui Lattari. Per l’omicidio Fontana, avvenuto a due passi dal tribunale di Torre Annunziata, è stato fermato dalla Dda di Napoli il 52enne Carmine Martino, pregiudicato di Castellammare noto con il soprannome ‘o puparuolo. Ora è caccia ai complici.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo