Crisi dei medici di base in Campania, un quadro disastroso

61 Visite

I dati del recente dossier della fondazione Gimbe sulla condizione italiana e regionale dei “medici di famiglia” hanno portato alla luce una situazione a dir poco allo stremo.

In Campania il 58,4% dei medici di medicina generale supera il massimale di 1.500 assistiti, contro la media nazionale del 47,7%. Al primo gennaio 2023, il numero medio di assistiti per medico in Campania era 1.382 (media nazionale 1.353).

Secondo la stima Gimbe, che prevede un rapporto di un medico di medicina generale ogni 1.250 assistiti, al primo gennaio 2023 in Campania mancavano 381 professionisti. Tra il 2019 e il 2022 i medici di famiglia in regione si sono poi ridotti del 7,1% (La media nazionale della riduzione è pari all’11%).

Nel 2022 in Campania l’80,7% dei professionisti “di base” era a oltre 27 anni dalla laurea (media nazionale 72,5%), e sono 1320, ricorda ancora il dossier Gimbe, i medici che hanno compiuto/compiranno 70 anni tra il 2023 e il 2026, raggiungendo così l’età massima per la pensione (deroghe escluse).

Considerando quindi l’età di pensionamento ordinaria di 70 anni e il numero di borse di studio per gli anni 2020/2023, nel 2026 il numero dei medici di medicina generale in Campania diminuirà di altre 384 unità rispetto al 2022.

[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo