Emergenza cinghiali in Campania: per l’assessore regionale, gli agricoltori possono difendersi

64 Visite

L’assessore all’agricoltura della Regione Campania Nicola Caputo, ospite di un incontro tenutosi nella sede regionale di Coldiretti, è stato netto nelle sue dichiarazioni: gli agricoltori della Campania potranno difendersi dall’emergenza cinghiali anche attraverso attività venatoria, previa apposita autorizzazione.

Una prima mossa verso la formulazione e applicazione di una legge regionale che faccia chiarezza sull’argomento e che, nel frattempo, permette agli agricoltori di appellarsi alle delibera n.590/2023 che consente agli agricoltori di abbattere direttamente i cinghiali nei fondi di cui sono proprietari se in possesso di un permesso specifico. Chi ne è sprovvisto, può presentare domanda presso gli uffici di Coldiretti – tra i requisiti richiesti, la licenza di porto di fucile per uso caccia in corso di validità e la copertura assicurativa.

Le altre strategie volte al contenimento dell’emergenza sono quelle previste dal Piano Straordinario di catture, abbattimento e smaltimento in vigore con la delibera di febbraio 2024.


[responsivevoice_button buttontext="Leggi articolo" voice="Italian Female"]

News dal Network

Promo